Facebook…si quota!

Stando alle dichiarazioni del suo giovane fondatore e attuale CEO, Mark Zuckerberg,  “Facebook non è stato creato per essere una società. È stato costruito per compiere una missione sociale – rendere il mondo più aperto e connesso.

Eppure, il più famoso social network al mondo, oggi una società lo è proprio, e con un signor fatturato, tanto da decidere di quotarsi in borsa.

È questa la notizia che ha fatto velocemente il giro del globo, grazie alla cosiddetta IPO (Initial Public Offering ­- Offerta pubblica iniziale), avviata dallo stesso Zuckerberg e dai suoi più fidati collaboratori, con una lettera rivolta ai possibili investitori, affinché decidano di acquistare le azioni di Facebook, sposandone la filosofia socio-economica che, sempre secondo il suo fondatore, gravita attorno alla premiazione del talento, dell’innovazione e del merito.

Ecco allora alcune cose, segnalate da The Guardian, da sapere assolutamente circa l’ingresso di Facebook in Borsa:

  • entrare nel mercato azionario consentirà all’azienda di raccogliere una ricca somma di denaro da investire e spendere per crescere (come fece a suo tempo Google, acquisendo altre società, tra le quali YouTube, divenute di vitale importanza): gli investimenti più probabili sono nel mondo mobile (ogni giorno sono infatti moltissimi gli utenti che  accedono al celebre social network da tablet e smartphone);
  • dopo la quotazione in borsa, Facebook dovrà riuscire a coniugare le esigenze di sicurezza e profitto a breve termine dei propri azionisti con lo spirito innovativo che la caratterizza sin dalla nascita e che, per essere efficace, necessita anche di una buona predisposizione ad accettare i rischi, rimandando eventualmente i guadagni a prospettive più a lungo termine;
  • la società punta ad una valutazione tra i 75 e i 100 miliardi di dollari: la più grande Ipo del secolo;
  • per gli utenti del social network (arrivati ormai ad essere 800 milioni in tutto il mondo) non cambierà sostanzialmente nulla, ma probabilmente aumenteranno le inserzioni pubblicitarie (soprattutto quelle degli investitori con attività commerciali).

Resta il fatto che sin qui Facebook non ha sbagliato un colpo, riuscendo a collezionare solo successi: non è difficile prevedere, dunque, che anche l’esperienza in Borsa risulterà vincente.

Fonte: www.iononcicascopiu.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...